Quando si parla di monete d’oro, la mente, spesso, corre inevitabilmente verso la zecca di stato australiana, senza alcun dubbio tra le più prestigiose e famose dell’intero globo terrestre. Nata alla fine dell’800 come filiale della Royal Mint britannica, la zecca di stato australiana ha guadagnato fama e prestigio col passare del tempo, oltre ad aver svolto un ruolo essenziale per lo sviluppo economico del paese.

L’Australia, infatti, è la dodicesima potenza economica mondiale, oltre a essere una nazione estremamente importante dal punto di vista geopolitico. Se il paese oceanico ha vissuto un florido periodo di crescita nel corso del ‘900, parte del merito è da ascrivere proprio alla zecca di stato australiana, famosa nel mondo col proprio nome originario: Perth Mint.

Genesi delle monete Lunar

Tra le più prestigiose al mondo, la Perth Mint è diventata un autentico punto di riferimento per gli amanti del mondo delle monete, assumendo una posizione di leadership nella realizzazione e progettazione di monete di qualità, lingotti d’oro e gioielli. La grande fama planetaria risale al 1957, allorquando la Perth Mint creò il lingotto d’oro più puro al mondo (999,99 millesimi)

Tra le collezioni più ammirate e ricercate dalla zecca di stato australiana spicca il Lunar III d’oro, anch’esso prodotto rispettando il massimo grado di purezza poc’anzi citato. Queste preziose monete, da alcuni soggetti utilizzate anche come “investimento”, fanno seguito al grande successo ottenuto dalla serie Lunar I (1996) e Lunar II (2008) ed hanno visto la “luce” nel 2020.

Un anno, quest’ultimo, scelto non casualmente dalla zecca di stato australiana, dato che coincideva con l’anno del Topo del calendario cinese. Le serie Lunar, infatti, sono state ideate per celebrare l’antico calendario cinese i segni zodiacali presenti nel medesimo. E il topo, nella cultura del paese orientale, è sinonimo di protezione e prosperità materiale.

L’oro come “bene rifugio”: le monete Lunar III per diversificare il proprio patrimonio

Quale occasione migliore, di conseguenza, per iniziare la produzione della terza serie Lunar, dato anche il forte successo ottenuto dalle prime due? Oltretutto, in una fase di grande incertezza come l’attuale, dove lo scenario economico – tra inflazione e crescenti tensioni geopolitiche – è quanto mai incerto e di difficile lettura, investire una parte del proprio patrimonio nell’oro potrebbe essere una scelta ragionevolmente opportuna in ottica di diversificazione del proprio portafoglio, dato il ruolo di “bene rifugio” storicamente svolto da questo prezioso metallo.

Le monete Lunar III, grazie all’estrema purezza (ora 24 carati puro al 999,9/1000), sono da questo punto di vista un buon prodotto da poter acquisire, al quale poi si aggiunge la loro possibilità di potersi rivalutare nel tempo. Basti vedere, in tal senso, il valore assunto dalla serie Lunar I, un autentico culto per moltissimi collezionisti in tutto il mondo.

Lunar III e i simboli dello zodiaco cinese

Le Lunar III si caratterizzano, quindi, per la presenza dei segni zodiacali cinesi. E se nel 2020 le monete furono coniate con l’effige del topo, nel 2021 sono state create celebrando l’anno del bue; negli anni successivi, invece, i protagonisti sono stati la tigre (2022) e il coniglio (2023). I nati sotto il segno del topo, ad esempio, sono accostati a parole come “saggezza” e “leadership” (estremamente importanti nella cultura del paese orientale), mentre quelli del bue sono associati allo spirito di sacrificio e alla grande dedizione al lavoro.

Gli animali dello zodiaco cinese, però, sono raffigurati solo sul rovescio della medaglia, mentre sul dritto, proseguendo nella tradizione iconica delle Australian Kangaroo (altra collezione di grande successo creata dalla Perth Mint), troviamo raffigurata la Regina Elisabetta II; sul bordo delle monete, inoltre, è incisa la scritta “Elizabeth II-Australia”, a ulteriore testimonianza di quanto l’incidenza britannica, nonostante l’indipendenza costituzionale ottenuta nell’ormai lontano 1942, resti ancora elevata nella società australiana.

Lunar III come dono per festeggiare particolari ricorrenze

I motivi per cui le serie Lunar siano tra le più amate e ambite al mondo, in particolar modo quelle della terze serie, sono da ascrivere in primis alla tipologia di moneta offerta, che offre un grado di purezza dell’oro con pochi eguali nel mondo. Il fascino nell’abbinare un metallo prezioso come l’oro a quello intramontabile della cultura orientale, e nel caso specifico dei simboli del calendario cinese, aumenta ulteriormente il prestigio e la particolarità di queste monete coniate dalla zecca di stato australiana.

Regalare queste monete, quindi, potrebbe essere un dono particolarmente apprezzato anche da coloro i quali non siano collezionisti o esperti del settore. Un gesto bene augurante per celebrare qualche lieto evento piuttosto che qualche felice ricorrenza, che certamente verrà apprezzato dal festeggiato data la possibilità, qualora lo desiderasse, di poterle rivendere ed ottenere un buon guadagno.

Non stupisce in alcun modo, di conseguenza, che sempre più persone decidano di regalare monete d’oro ai propri affetti più cari per celebrare adeguatamente eventi da festeggiare adeguatamente. Un dono distintivo che, oltre alla beltà e al prestigio della moneta, può essere apprezzata per il forte valore economico.

Vuoi conoscere il valore delle tue monete Lunar III d’oro? Contattaci al n° 06/4466777 o n° 06/4466888 oppure vieni a trovarci nella nostra boutique show room in via Merulana 7 – 00185 Roma.


La Britannia d’oro è una moneta che racchiude in sé un grande fascino. Non si tratta solo di un valore prettamente economico, ma anche di un patrimonio ricco dal punto di vista storico e culturale. Questa moneta è stata coniata per la prima volta nel Regno Unito e nel corso del tempo ha assunto il ruolo di un simbolo di prestigio e di raffinatezza nell’ambito della numismatica. La storia di questa moneta è molto particolare e la Britannia d’oro è protagonista anche di tante curiosità interessanti da conoscere.

Le origini e la storia della Britannia d’oro

La storia della moneta Britannia d’oro è iniziata nel 1987, quando la zecca reale britannica ha deciso di introdurla nel programma delle monete da investimento che stava portando avanti. La Britannia d’oro aveva un obiettivo importante, quello di competere con altre conosciute monete d’oro, in ambito internazionale. Basti pensare, ad esempio, all’American Eagle, moneta famosa negli Stati Uniti.
Il nome della Britannia d’oro deriva proprio dalla personificazione della Gran Bretagna, un simbolo che ha delle radici molto profonde nella storia di questo Paese. La figura in questione è stata usata per la prima volta su alcune monete romane, nel periodo in cui le isole britanniche facevano parte dell’Impero Romano.

Si tratta di un design molto significativo. La Britannia è una figura che compare nelle monete di solito con un elmo corinzio e tiene in mano uno scudo con il simbolo dell’Union Jack. Nelle mani la Britannia ha anche un tridente, che simboleggia il dominio marittimo. La Britannia diventa quindi anche un simbolo di forza.
Nel tempo l’aspetto della Britannia è stato modificato varie volte, con dei cambiamenti che hanno fornito diverse rappresentazioni della figura e che hanno permesso di aggiungere altri elementi dal carattere simbolico, riflettendo un’evoluzione artistica e dei cambiamenti nella società.

Le caratteristiche tecniche della Britannia d’oro

La Britannia d’oro è stata realizzata in diversi tagli, che partono dal decimo di oncia e arrivano fino all’intera oncia. Si parla di una purezza di 999,9 parti su mille per quanto riguarda l’oro che viene impiegato. Questo fa in modo che la moneta d’oro di cui si sta parlando sia una delle più pure tra quelle esistenti sul mercato. La purezza molto elevata garantisce un sicuro investimento e contribuisce anche alla brillantezza e al fascino della moneta.

Le curiosità sulla Britannia d’oro

La Britannia d’oro è considerata dal punto di vista legale una moneta corrente nel Regno Unito. Questo vuol dire che è esente dalle imposte sulle plusvalenze e quindi risulta molto attraente per chi vuole cimentarsi negli investimenti in questo settore.
Un fattore interessante da considerare è il ruolo della Britannia d’oro nell’ambito del collezionismo. La Royal Mint emette ogni anno delle versioni speciali, anche in edizioni limitate, della Britannia d’oro e queste versioni spesso diventano oggetto di grande interesse per i collezionisti in tutto il mondo.

La moneta Britannia d’oro, quindi, non è esclusivamente un oggetto prezioso da collezione e un mezzo di investimento. Diventa anche un simbolo del patrimonio e dell’identità britannica. La presenza di questa moneta nel mondo numismatico riflette una grande importanza, dal punto di vista storico e dal punto di vista culturale, del Regno Unito, anche per quanto riguarda l’impatto sull’economia globale.

Le innovazioni e il valore della moneta

La Royal Mint ha cercato molte volte di apportare delle innovazioni nel campo della numismatica. Tutto questo si traduce anche nella creazione di edizioni limitate della Britannia d’oro, oltre a quelle standard. Alcune di queste versioni speciali presentano delle caratteristiche che possono essere considerate uniche, come delle variazioni nell’aspetto o delle finiture specifiche.

Le innovazioni che sono state prese in considerazione nel corso del tempo, anche con le tecnologie avanzate sperimentate dalla Royal Mint, hanno permesso di avere sempre a disposizione delle tecniche di coniazione di precisione, insieme a delle caratteristiche di sicurezza sofisticate, in modo da contrastare la contraffazione.
Si tratta di progressi anche dal punto di vista tecnologico, che garantiscono la qualità e l’autenticità delle monete e rafforzano l’interesse verso questi prodotti preziosi nel mercato numismatico.

Anche l’arte dello studio delle monete trova nella Britannia d’oro un esempio molto interessante di come l’estetica e il valore possano fondersi. Tutti i dettagli di questa moneta, a partire dal suo peso, sono il risultato di anni di tradizione e di innovazione. A tutti gli effetti la Britannia d’oro può essere considerata un’opera d’arte, che viene apprezzata anche per la sua bellezza.
Dal punto di vista finanziario, la Britannia d’oro viene considerata come una scelta importante per gli investitori. Il suo valore crescente nel tempo e la sua stabilità la rendono una possibilità da considerare per coloro che cercano di diversificare il portafoglio di investimenti.
Per quanto riguarda il collezionismo, la Britannia d’oro racconta una storia unica nel suo genere. In molti si dedicano alla ricerca di edizioni speciali e rare, in una passione che unisce la storia, la finanza e l’arte.

Vuoi conoscere il valore delle tue monete Britannia d’oro? Contattaci al n° 06/4466777 o n° 06/4466888 oppure vieni a trovarci nella nostra boutique show room in via Merulana 7 – 00185 Roma.


Immersi in un panorama particolarmente ampio di passioni e hobby che si possono coltivare, ben poche risultano tanto affascinanti e nobili da riuscire a catturare l’essenza della storia e dell’arte con la medesima maestria con cui lo fa la numismatica. Raccogliere monete non rappresenta soltanto un gesto di affetto per gli oggetti antichi, rappresentando anche un vero e proprio viaggio nel passato, una full immersion in cui ogni moneta è in grado di raccontare una storia unica e riflettere l’evoluzione di intere civiltà e culture. Questo affascinante mondo vede in alcune meravigliose raccolte degli highlight assolutamente meravigliosi. Ne sono un esempio lampante le monete d’oro della serie MYTHS and LEGEND: frutto della commistione della maestria artigianale della Royal Mint con le epiche narrazioni della mitologia.

Quando si parla della numismatica, comunque, si fa riferimento ad una passione in grado di trascendere il solo desiderio di collezionare monete o oggetti antichi. La numismatica, infatti, è legata intrinsecamente alla voglia di comprendere il contesto storico e culturale in cui queste monete hanno avuto modo di vedere la luce. In questo frangente ogni moneta si presenta come un vero e proprio frammento tangibile del passato. Si tratta di una finestra che si spalanca su epoche remote. La numismatica, comunque, non rappresenta soltanto una mera passione nostalgica, diventando anche una vera e propria forma di investimento, in cui il valore intrinseco delle monete può anche crescere nel corso del tempo. Per questo motivo, molte persone vedono nella numismatica un modo prudente per poter compiere piccoli investimenti.

Come già precedentemente accennato, una delle serie più ambite nella numismatica è proprio quella della MYTHS and LEGEND. Si tratta di una linea di monete in oro curata nei minimi dettagli dai maestri della Royal Mint. Questa serie incarna l’eccellenza artigianale e la dedizione alla storia del marchio, come testimoniano le singole monete, paragonabili tranquillamente a delle vere e proprie opere d’arte, rappresentazione stilizzata di miti e leggende che hanno plasmato le diverse culture nel corso dei secoli. La selezione di queste monete mitiche è stata accuratamente ponderata, offrendo un viaggio nella mitologia a chi può ammirarle e uno sguardo nelle radici culturali che rappresentano.

Con le sue serie, la Royal Mint custode tradizioni che si perdono nei meandri del tempo, rendendo le monete sempre più importanti col passare degli anni. La linea MYTHS and LEGEND non è da meno, costituendo un vero e proprio investimento non soltanto nella numismatica, ma anche per la cultura e le opere che rappresentano, soprattutto nel mondo digitale in cui viviamo. Scopriamo, di seguito, tutto ciò che c’è da sapere in merito alla Royal Mint e, in particolare, alla serie MYTHS and LEGEND in oro.

MYTHS and LEGEND: tutto ciò che c’è da sapere sulla serie Royal Mint ispirata alla mitologia del passato

Nel corso degli anni, Royal Mint ha lanciato diverse collezioni particolarmente invitanti. Dopo la più famosa dedicata alle sterline britanniche, il marchio ha lanciato la collezione ispirata ai grandi personaggi del folklore britannico: la serie MYTHS and LEGEND. Una linea che racconta migliaia di anni di leggende narrata intorno al fuoco, ispirandosi a grandi personaggi che hanno fatto la storia del folklore. Queste monete ispirate a miti e leggende rappresentano un viaggio nell’immaginario collettivo della mitologia.
Dal punto di vista tecnico, la serie MYTHS and LEGEND presenta una purezza di 999,9/1000, rappresentando una delle opzioni più pure per i collezionisti. Non a caso, rappresentano dei veri e propri oggetti del desiderio, particolarmente ambiti da collezionisti e addetti ai lavori del settore della numismatica, in cerca di un fruttuoso investimento.

Di fatto, queste monete presentano delle caratteristiche uniche e, pertanto, interessano moltissimo gli investitori d’oro. Trattandosi di monete da investimento, oltre ad essere esenti da IVA, rappresentano un bene rifugio e hanno un corso legale, potendo essere utilizzate come metodo di pagamento. Inoltre, le MYTH and LEGEND sono monete in edizione limitata, il cui valore può crescere nel tempo, tenendo anche conto del fatto che sono costituite di oro 24 carati. Il design unico e ricercato rende questa linea estremamente eclettica, venendo confezionata direttamente dalla Zecca Reale con elevatissima cura per ogni dettaglio.

La storia delle monete MYTHS and LEGEND

Osservando nel dettaglio questa prestigiosa serie della Royal Mint, troviamo subito la prima moneta che rappresenta l’iconica figura di Robin Hood, il fuorilegge della foresta di Sherwood. Nella stessa serie, spiccano anche le monete con Maid Marian e Little John, disegnate tutte da Jody Clark. Il rovescio della moneta, invece, presenta il profilo della Regina Elisabetta II. Quella della MYTHS & LEGEND spicca tra le serie più amate in Gran Bretagna e nel mondo. Tra gli altri esempi disponibili, si trova anche quella di Merlino e quella di Re Artù, entrambe uscite nel corso del 2023.

Vuoi conoscere il valore delle tue monete MYTHS and LEGEND d’oro? Contattaci al n° 06/4466777 o n° 06/4466888 oppure vieni a trovarci nella nostra boutique show room in via Merulana 7 – 00185 Roma.