SEMPRE APERTI 9-19:30 - Chiamaci, per ottenere fino a €31,00 al grammo per il tuo oro! - Per info 064466777 - Siamo a Roma in Via MERULANA 7.

Il Rolex Daytona in mostra in Via Montenapoleone Blog

Postato il 08-11-2016 in

Il prossimo 18 novembre a Milano inaugura una mostra eccezionale ed imperdibile per tutti i collezionisti e appassionati di orologi, anzi di un orologio in particolare, che ha segnato la storia e che ancora oggi è indissolubilmente legato al mondo glamour dei motori e delle corse automobilistiche. Si tratta dell’iconico cronografo Oyster Perpetual Cosmograph Daytona, uno dei simboli della Rolex, tanto amato quanto travagliato nella sua storia commerciale.

Dire Daytona è dire Paul Newman, per sempre.

La mostra si terrà da Pisa Orologeria in via Montenapoleone, e il suo percorso si snoderà tra monitor e pannelli interattivi, che ci faranno ripercorrere la storia di questo pezzo di culto dell’orologeria.

Dove non mancheranno ovviamente le immagini di colui che davvero decise le fortune del Daytona, un orologio all’epoca nato male e che si vendeva pochissimo: fu infatti solo grazie a un giovane attore di Hollywood, bellissimo e carismatico, che la Cenerentola degli orologi passò in breve tempo a oggetto del desiderio di uomini e donne. Proprio come l’uomo che lo portava al polso durante le gare e che rispondeva al nome di Paul Newman.

Ma in mostra non c’è solo storia, ma anche il presente di questo modello: chi andrà all’esposizione potrà anche ammirare il nuovissimo Cosmograph Daytona in acciaio 904L con la lunetta in Cerachrom monoblocco di ceramica nera, in una fusione di performance e design.

Della nascita difficile e del mito sempre in crescita di questo immortale cronografo ne abbiamo già parlato diffusamente qui e qui. Spiegando soprattutto il motivo per cui ancora oggi, la maggior parte delle ricerche su questo orologio in internet, siano concentrate su “Daytona Paul Newman”, nonostante non sia mai esistito un modello a suo nome.

Infatti, sebbene dalla metà degli anni ‘60 il Daytona fosse diventato il trofeo dato in palio al vincitore delle gare dell’omonimo circuito, quindi indossato da parecchi piloti, nell’immaginario collettivo l’orologio è e resterà per sempre al polso dell’unico e inimitabile Paul.